Crea sito

Un classico bicolore: la ciambella si trasforma

Un classico bicolore: la ciambella, è oramai sperimentata in ogni parte del mondo. Le elaborazioni lasciano posto alla fantasia più sfrenata. Infondo, la tentazione di resistere a un dolce è molto difficile.

Torte, biscotti, ciambelle, dolci al cucchiaio sono solo un eufemismo in confronto dell’esclusiva bontà che richiama al palato la pasticceria.

Il richiamo più irresistibile restano i dolci fatti in casa, che danno soddisfazioni e fierezza a donne e uomini in tutto il mondo.

Ogni idea è frutto di esperimenti e spesso alcune elaborazioni portano a dolci di grande successo, che talvolta entrano a far parte dei grandi volumi dedicati al mondo dei più golosi.

Oggi i pasticceri con sapienza e tanta passione creano davvero incredibili sapori. Consistenze divine che si sciolgono in bocca, lasciando spazio alla sublimazione del palato.

Dalle basi più classiche e tradizionali alle evoluzioni di tecnica e gusto. Oggi il piacere di assaporare la buona tavola e l’ottima pasticceria accresce l’inventiva degli chef più casalinghi che si cimentano nelle composizioni e nelle elaborazioni più gustose.

Oggi vi presento la mia versione della ciambella marmorizzata.

Da sempre, la ciambella è tradizione culinaria nelle cucine d’Italia. Che si parli di ciambelle classiche, al limone, al latte con la panna o gocce di cioccolato, non manca quasi mai. A colazione o Merenda, lei c’è.

Un classico bicolore: la ciambella Ingredienti ?

  • 250 g di farina 00
  • 50 g di fecola di patate (o Maizena)
  • 180 g di zucchero
  • 3 uova + un tuorlo
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di estratto alla vaniglia
  • 120 ml di latte
  • 100 g di burro (in alternativa 80 g di olio di semi)
  • 30 g di cacao amaro in polvere
  • 30ml di amaretto

Ciambella Procedimento ?

Per prima cosa setacciamo insieme per ben due volte farina e lievito e teniamo da parte. Poi a bagnomaria, facciamo delicatamente sciogliere il burro. Sciolto, lo facciamo intiepidire.

Imburriamo e infariniamo lo stampo.  Teniamo da parte. Facciamo sobbollire il latte. Lasciamo intiepidire.

Accendiamo il forno. Va preriscaldato a 180°.

Uniamo latte e burro e li mescoliamo bene. Iniziamo a montare le uova, aggiungendo lo zucchero gradatamente.

Le uova vanno montate almeno per 10 minuti. L’impasto deve gonfiarsi. Aggiungiamo a filo, ponendo pausa tra una versata e l’altra, il latte-burro. Facciamo fino a esaurimento.

Gradatamente adesso aggiungiamo a bassa velocità la farina. Otterremo alla fine un impasto liscio e cremoso.

Dividiamo ora il composto in due parti uguali. Nell’impasto chiaro versiamo la fecola. Amalgamiamo bene e infine il cucchiaino di vaniglia.

Nell’impasto scuro versiamo delicatamente il cacao. Tutto a bassa velocità. E l’amaretto come tocco finale. La bassa velocità serve a non far grumi e soprattutto di evitare fuoriuscite di polveri.

Riprendiamo lo stampo e versiamo prima l’impasto chiaro. Poi versiamo l’impasto scuro.

Per dare il tocco marmorizzato o comunque più fantasioso con i rebbi di una forchetta solleviamo a fantasia dal basso verso l’alto l’impasto. Combinando un movimento circolare il tutto avrà un effetto bellissimo.

Dunque, poniamo in forno lo stampo e lasciamo cuocere 30-40 minuti (fate attenzione alle caratteristiche del vostro forno).

Poi, trascorso il tempo, verificate con uno stecchino la cottura. Fate raffreddare bene. Infine, togliete dallo stampo e spolverizzate con zucchero a velo. Stefania Stella.

Leggi L’ultima ricetta.

error: Content is protected !!