Biografia del caffe, note sull’autrice

Biografia del caffe – chi sono?

Per una Biografia del caffe completa, ci vorrebbe davvero “un mago” che riesca a districarsi tra gioie e dolori e tra fallimenti e trionfi! O forse un esorcista … data la natura collerica e pazzerella … ah ah ah! Ma preferisco dare voce ad una persona che saprà, senza troppe paturnie, descrivermi meglio.

A cura di M.M.

Stefania nasce nel lontano 1978. Da sempre è una persona poliedrica, che nella sua vita si è occupata di diverse cose. E’ riuscita a coltivare più hobby contemporaneamente. Uno di questi, ad esempio è la passione per i fumetti che, tra l’altro, l’hanno introdotta al mondo dell’arte e della pittura, lasciandole privilegiare il settore umanistico.

Tra questi, spicca la passione per la scrittura e per la poesia, iniziata già in tenera età, tra racconti vari e piccole citazioni che accumulava su pagine e pagine di quaderni,  anche quando era poco più che bambina.

Dinamica come una valchiria, ha da sempre capacità da Leadership, per la sua intraprendenza e la formazione lavorativa che già in passato l’ha vista amministratore di un’azienda.

Quindi, oltre a essere eclettica ha da sempre reso duplice la sua personalità; che è caratterizzata da una sensibilità innata, tipica degli artisti e, “diciamo” degli scrittori; ma al tempo stesso, di quel lucido raziocinio che, se vogliamo, converte anche in quel cinismo che caratterizza le persone calcolatrici.

Da sempre è appassionata di lettura e di letteratura; che fanno emergere in lei l’interesse più profondo verso piccoli racconti, a volte macabri o dell’orrore, svelando una vena giallista che sfocia in un’ironia quasi contemplativa.

Altre volte, con tematiche più attuali, o più intimistiche che hanno fatto subire a questi suoi interessi, un’evoluzione; evoluzione che l’ha portata a scrivere, attualmente, anche di tecnologia, scienza, medicina e, nello specifico anche di cucina (essendone molto coinvolta).

Il connubio fra l’esperienza e, un congenito fattore pragmatico, sono l’essenza stessa della sua realtà, un’apoteosi incontrovertibile“.

Per la biografia si ringrazia M.M.

Biografia del caffe – NOTA:

Poichè raccontare me stessa in prima persona non mi è mai piaciuto, ho chiesto alla persona che mi conosce meglio di chiunque altro di raccontarmi. Indubbiamente ho chiesto obiettività, ma soprattutto di non omettere pregi e difetti. Diciamo … che è venuta bene anche se, l’affetto che ci lega è maggiormente evidente in alcuni punti.

Pazienza, grazie per la lettura.