Automassaggi e “beauty shake”: consigli Treatwell

Automassaggi

Automassaggi e “beauty shake”:

i consigli di Treatwell per il benessere homemade

Che si tratti di mani stressate dai lavaggi frequenti; acciacchi da smart-working o ricrescita visibile, i tips di Treatwell aiutano a far fronte alla necessità di stare a casa anche per lunghi periodi.


Milano, 19 marzo 2020 – Trascorrere intere giornate in casa, può mettere alla prova non solo l’umore, ma anche la propria beauty routine. Treatwell, il più grande portale in Europa per la prenotazione di trattamenti di bellezza e benessere, ha quindi raccolto una serie di utili consigli. il tutto per continuare a prendersi cura di sé anche tra le mura domestiche. Questo quando non si ha la possibilità di uscire per rivolgersi al proprio salone di fiducia.

Automassaggi e “beauty shake”: Poche semplici mosse per automassaggi rigeneranti

I massaggi sono portentosi quando si tratta di rilassarsi e ritrovare calma, concentrazione ed energia durante la giornata. Quando non è possibile affidarsi alle mani degli esperti, Treatwell consiglia di optare per un breve automassaggio, capace in poche mosse di sciogliere le tensioni muscolari e ridurre lo stress. Ecco come fare.

Automassaggio al viso

Si inizia risvegliando la pelle con leggeri pizzicotti, dal mento verso gli zigomi, dalle narici alle tempie, dal centro della fronte verso l’esterno, per poi picchiettare delicatamente il volto con movimenti ascendenti. Dopodiché, con un olio vegetale o una crema, si effettuano movimenti sempre dal basso verso l’alto e dalla linea centrale del viso verso le tempie e i lati.

Automassaggi alla testa

Mal di testa da smart-working o da binge-watching? Niente paura, basta muovere la punta delle dita sul cuoio capelluto, tracciando dei cerchi, ampliando via via la circonferenza e la pressione dei movimenti. In alternativa, con i polpastrelli di indice e medio di entrambe le mani, Treatwell suggerisce di disegnare, esercitando una leggera pressione, un numero otto all’altezza delle tempie, accentuando la spinta delle dita verso l’alto.

Automassaggio al collo

Quando si trascorre molto tempo al telefono o davanti al computer, è bene ricordarsi di rilassare le spalle: per farlo Treatwell raccomanda di massaggiare il collo con movimenti circolari dalla nuca verso il basso e dalla parte centrale verso l’esterno.

Automassaggio su gambe e glutei

La sedentarietà e le posture scorrette – in primis stare seduti con le gambe accavallate – sono responsabili della ritenzione idrica su gambe e glutei. Per contrastarla è bene puntare su movimenti dal basso verso l’alto capaci di favorire il microcircolo: si parte dalle caviglie e si arriva alle cosce, stimolando ripetutamente ogni punto del corpo.

Automassaggio alle mani

La tastiera del PC e dello smartphone, il workout casalingo e le incombenze domestiche mettono a dura prova le mani. Per regalare loro un boost di energia, bisogna premere un pollice sull’altra mano aperta, mentre sul dorso si esercita pressione con le restanti quattro dita. Dopodiché con il pollice si eseguono piccoli movimenti rotatori sulle giunture delle dita.

Bisogna poi afferrare ogni dito alla base e tirare delicatamente, allungandolo verso l’alto per distenderne la muscolatura e i tessuti. Il pollice può poi passare a massaggiare anche i tendini del dorso della mano, esercitando una leggera pressione anche sul polso e facendo leggeri movimenti rotatori. Si torna poi all’interno del palmo e si ricomincia con il massaggio dalle dita al polso, meglio se usando un olio per facilitare la frizione.

“Beauty shake” idratanti per mani da fata nonostante i lavaggi frequenti

In questo periodo le mani non sono facile preda solo di dolori e tensioni muscolari, ma anche degli effetti collaterali dei lavaggi frequenti che eliminano sì i batteri, ma anche gli olii naturali che nutrono l’epidermide, alterandone l’equilibrio e compromettendone la barriera protettiva. La pelle, dunque, si secca, le cuticole diventano visibili e le unghie si indeboliscono.

La soluzione non è ovviamente accantonare il sapone, ma scegliere sempre detergenti delicati e creme molto idratanti, avendo però l’accortezza di applicare queste ultime su mani perfettamente asciutte per evitare di “diluirne” i principi attivi e rendere quindi il trattamento meno efficace. Inoltre, è sempre bene evitare di toccare il foro di uscita della lozione perché è il punto del tubetto in cui i batteri si accumulano più facilmente. La regola d’oro per mantenere la pelle idratata, mani comprese, rimane comunque bere tanta acqua, circa due litri al giorno. Bisogna poi ricordarsi di indossare sempre i guanti quando si eseguono lavori manuali o si utilizzano prodotti chimici, ça va sans dire.

Per prendersi cura delle proprie unghie mentre si è a casa, Treatwell consiglia di applicare l’olio per cuticole almeno una volta a settimana, massaggiando il letto ungueale e la pelle che lo circonda: oltre a idratare la zona, stimolerà anche la crescita delle unghie. Inoltre, meglio resistere alla tentazione di rimuovere con metodi casalinghi le cuticole per evitare di incappare nel rischio di infezioni. Per avere mani in ordine è consigliabile limitarsi a spingere delicatamente indietro le pellicine con un bastoncino in legno d’arancio, eliminando solo la pelle in eccesso più dura.

Automassaggi e “beauty shake”: Treatwell 

In attesa di poter effettuare una manicure professionale, è possibile nel frattempo regalare una coccola extra alle proprie mani stressate. Treatwell consiglia di immergerle una o due volte alla settimana in una bacinella di acqua tiepida contenente alcune gocce di olio di mandorle dolci, per poi eliminare le cellule morte facendo uno scrub con lo zucchero di canna.

Si prosegue con automassaggi per almeno cinque minuti la crema idratante su palmo, dorso, polso e dita, in modo da stimolare la circolazione sanguigna. Si chiude in bellezza con alcune gocce di olio per cuticole o olio di cocco e…voilà, mani pronte ad affrontare un’altra intensa giornata.

Per fare il pieno di idratazione, necessaria in particolar modo dopo l’applicazione ripetuta di gel disinfettanti, si può optare per un vero e proprio “beauty shake”. Basta mettere in frigorifero la propria crema mani preferita e, dopo due ore, tirarla fuori e metterne due cucchiai in una ciotola insieme a cinque gocce di olio essenziale di lavanda, un cucchiaio di olio d’oliva e una banana schiacciata: si mescola tutto con frullatore a immersione fino a ottenere un composto omogeneo e cremoso da spalmare sulle mani e lasciare in posa per una buona mezz’ora, dopo aver indossato un paio di guanti di gomma. Il consiglio da pro di Treatwell è appoggiare sulle mani guantate una borsa dell’acqua calda, che aiuterà il composto a penetrare ancora più in profondità.

SOS capelli: seta, balsamo antiossidante e…condimenti

Video-conferenze con il capo o i clienti? Aperitivo virtuale con gli amici via social? Niente panico: se riprodurre la piega perfetta del parrucchiere è una mission impossible, ci sono comunque alcuni semplici accorgimenti salva-look da seguire. Questo per non soccombere durante il periodo di lontananza dal proprio hair-stylist di fiducia.

La prima regola è evitare di passarsi le mani tra i capelli; toccandoli non solo si rischia di “appiattire” la piega, ma anche di sporcarli e ungerli. Anche per il “sonno di bellezza” Treatwell ha un asso nella manica; il consiglio è adagiare la testa su una federa di seta; capace di ridurre l’effetto crespo, e raccogliere i capelli usando scrunchy sempre in seta.

SOS ricrescita? Chi deve fare i conti con la tinta che inizia a lasciare spazio al colore naturale; in attesa di chiedere assistenza al proprio hair-stylist, dovrebbe optare per un balsamo antiossidante. Il prodotto ripristina il ph naturale dei capelli e rallenta il processo di ossidazione, che porta la tinta a sbiadire. Da evitare categoricamente, i prodotti con solfati. Tendono infatti, ad alterare il livello di umidità del capello; sottraggono idratazione e mettono a repentaglio il colore.

E se il balsamo finisce? Nei momenti di emergenza si può ricorrere alla dispensa, puntando sui condimenti. L’olio d’oliva, ad esempio, idrata i capelli ed è perfetto per le chiome fragili, secche e danneggiate, mentre l’aceto regala brillantezza e luminosità. C’è poi l’aceto di sidro di mele, indicato per chi soffre di prurito o irritazione del cuoio capelluto.

Frigo vs beauty case: trattamenti antiacne e anticellulite

La dispensa può tornare utile anche quando non si ha modo di andare dall’estetista per un trattamento viso specifico. Chi soffre di acne, ad esempio, può trovare sollievo applicando con movimenti circolari, una volta alla settimana, un cucchiaino di miele; arricchito da due cucchiaini di cannella sulle zone problematiche, per poi risciacquare bene con acqua tiepida.

Il miele è un toccasana anche per le pelli secche. Aggiunto alla polpa di avocado (ricca di vitamina E e carotenoidi, aiuta a conferire elasticità ai tessuti) lasciato in posa per almeno venti minuti, nutre il viso; e ripristina il normale film idrolipidico dell’epidermide.

La “colazione dei campioni” per le pelli miste è invece a base di cetriolo e zenzero frullati e yogurt; che, uniti in un impacco da applicare sul volto per almeno un quarto d’ora, regolarizzano la produzione di sebo, svolgendo al tempo stesso un’azione idratante e lenitiva: un vero win-win per la pelle.

Chi in questo periodo deve rinunciare ai trattamenti anticellulite dell’estetista può nel frattempo “tamponare” la situazione con alcuni accorgimenti. Ad esempio uno scrub a base di sale grosso, olio extravergine; succo di limone e quattro kiwi frullati; Automassaggi sulla pelle asciutta con movimenti circolari. Per poi risciacquare sotto la doccia.

La ricetta per un trattamento corpo dall’effetto antiossidante, prevede due cucchiai di yogurt, un goccio di latte e di limone; e due cucchiai di bicarbonato. Pelle delicatamente esfoliata e idratata in un colpo solo.

Chiara Cassani, Senior Communications Manager di Treatwell Italia:   

Affidarsi ai professionisti è sempre la soluzione migliore. Ma in un momento così delicato, in cui è importante restare a casa il più possibile per salvaguardare la salute di tutti, abbiamo pensato a piccoli accorgimenti da adottare per il proprio self-care; in attesa di tornare in salone per i propri trattamenti preferiti, che si tratti di una manicure, di una tinta o di un massaggio rilassante”.

Automassaggi e i consigli di Treatwell.